Il primario di chirurgia Garulli: “Nonostante la pandemia chiuderemo l’anno con lo stesso numero di operazioni del 2019”

Nei mesi di marzo e aprile fu un disastro. La pandemia prese tutti di sorpresa, e la sanità riminese impiegò non poco per riorganizzarsi. In primavera tanti esami e visite sono stati rinviati, così come alcuni interventi chirurgici non urgenti. “Ma non ci siamo mai fermati nei mesi successivi siamo riusciti a recuperare buona parte degli interventi rinviati”…

 

Leggi l’articolo completo su Il Resto del Carlino Rimini